Carlos Umaña

Condividi

Carlos Umaña è co-presidente dell’IPPNW, i Medici Internazionali per la  Prevenzione della guerra nucleare (Premio Nobel 1985) e fa parte del direttivo internazionale di ICAN, la Campagna internazionale per l’abolizione armi nucleari (Premio Nobel per la pace 2017).È un medico generico, ex direttore del Dipartimento della Salute Ministero della Salute del Costa Rica ed ex operatore sanitario dell’Amministrazione della Sociale del Costa Rica (CCSS), dove ha lavorato nell’assistenza primaria e come specializzando in ginecologia e ostetricia. Ha studiato  ricerca clinica, ricerca epidemiologica, ginecologia e ostetricia, nutrizione e belle arti. È il fondatore del gruppo “Artisti per la pace” (2014) in Costa Rica, co-fondatore del gruppo di attivisti “Pace e Diversità” (2018), e attualmente presiede L’IPPNW in Costa Rica e hapartecipato a diversi altri gruppi di attivisti per i diritti umani, l’ambiente e il benessere degli animali. Ha ha ricevuto il premio “Alan Turing” per la visibilità LGBTIQ nel 2018 per la categoria Organizzazione sociale.Dal 2013, il suo lavoro si è concentrato sulla campagna di sensibilizzazione sull’impatto umanitario delle armi nucleari e sulla costruzione di un sostegno sociale e politico per il Trattato di proibizione delle Armi Nucleari (TPAN). Ha lavorato a stretto contatto con i governi in diverse conferenze governative relative alle armi nucleari -facendo due volte parte della delegazione del Costa Rica all’ONU-, e ha anche organizzatoconferenze regionali e tavole rotonde con politici, attivisti e reti regionali di organizzazioni per la pace.

Altri autori

Aglaya Luz Jimenes Turati

Aglaya Luz Jimenes Turati, è dottore di ricerca in Comunicazione sociale, esperta in Storytelling terapuetico e comunicazione emozionale.

Rubén Darío Pardo Santamaría

Rubén Darío Pardo Santamaría è nato a Armenia, nella regione colombiana del Quindío, nel 1971. Nel 1992 si è laureato in “Promoción de la Comunidad” nella Universidad del Quindío e

Elena Opromolla

Elena Opromolla nasce a Napoli il 2 marzo del 1959 da Antonio, insegnante di Matematica, e da Anna Piscopo, madre esemplare, dedita ai figli. Lavora e studia a Napoli ove