Ludovica Valori

Condividi

Ludovica Valori. Romana classe ’70, Ludovica Valori non è soltanto una polistrumentista (fisarmonica, piano, trombone) attiva da anni su più fronti della musica italiana tra pop-rock, folk e orizzonti d’autore; è anche un raro esempio d’artista che ha scelto la musica come impegno etico, e il far musica quale opportunità di condivisione (o denuncia) su frontiere non certo comode chiamate Balcani, India, Sudafrica e Scampia, senza scordare l’impegno della memoria da lei messo in pratica cantando e divulgando ricordi dei lager. Ma andiamo con ordine, perché l’artista almeno in questi giorni ha ben due progetti in rampa di lancio che meglio di ogni sintesi possono esemplificarne ideali e azioni. Con i Traindeville, duo indie-folk con Paolo Camerini, la Valori ha appena lanciato sulle piattaforme digitali e YouTube un primo seguito del secondo cd Caffè fortuna, intitolato Il cavaliere delle nuvole: brano non certo ovvio in quanto narra la storia nascosta del celebre meteorologo Rai Andrea Baroni (il baffuto successore di Bernacca, per intenderci) che venne internato nei lager dopo l’8 settembre ’43 e di lì evase solo dopo lunghi e strazianti mesi di prigionia. Ma è ancora meno ovvio il contenuto dell’album Rosa e fuoco che a giorni vedrà la luce quale nuovo episodio della storia ventennale delle Nuove Tribù Zulu, band romana che vede la Valori e Paolo Camerini affiancati da Andrea Camerini a continuare un percorso di ricerca nella world music centrato sul valore di un’umanità da considerarsi soggetto unitario, dunque senza più differenze foriere di razzismi possibili. Nei dodici pezzi del cd le Nuove Tribù Zulu cantano l’importanza di pensare per proprio conto, spronano a sostituire i muri coi ponti, denunciano sfruttamenti e osano l’amore con la maiusco-la: in bei brani quali Che cosa resta, Viaggerò o Cenere che rappresentano la nuova frontiera artistica (anche) d’un’autrice- strumentista decisamente poco scontata e ben più aperta rispetto alla media della nostra canzone, una donna che non ha paura d’affrontare più sfide assieme pur di realizzare una musica che sia fonte di valori.

La biografia di Ludovica Valori è presa da Avvenire.

Altri autori

Linda Maggiori

Sono nata a Recanati nel 1981, fin da piccola ho sempre adorato scrivere e lottare contro le ingiustizie. Laureata in Scienze dell’Educazione e Servizio sociale ho fatto varie esperienze come

Ludovica Valori

Ludovica Valori. Romana classe ’70, Ludovica Valori non è soltanto una polistrumentista (fisarmonica, piano, trombone) attiva da anni su più fronti della musica italiana tra pop-rock, folk e orizzonti d’autore;

Marinella Correggia

Marinella Correggia da decenni è impegnata ad agire, progettare e scrivere contro le guerre, per la giustizia nei rapporti Nord-Sud, per l’alternativa egualitaria-ecologica e rispettosa dei viventi. Ha fatto parte del